Io mi porto il pranzo da casa

/ 18 comments
Da un paio di mesi ci siamo trasferiti in un ufficio in cui non c’è la cucina.
(“Ma chi ha una cucina in ufficio?!?” direte voi… Eh lo so, eravamo molto fortunate! :) )
Ora siamo rientrate nei ranghi: niente frigorifero per conservare, niente fornetto per scaldare.
Detto ciò, l’opzione panino o tavola calda si fa ogni giorno più incalzante. Per sconfiggere questi mali che affliggono la società, la dieta e il portafogli, da oggi ci faremo carico della missione Pòrtati anche tu il pranzo da casa!

Una volta al mese condivideremo un pasto adatto ad essere portato in ufficio per non pranzare sempre con il solito panino.
Il mio pranzo ideale deve essere:
  • veloce da fare, ancora meglio se è un avanzo di qualcosa di  già cucinato;
  • pratico da trasportare, non voglio viaggiare sui mezzi pubblici con una valigia a parte, né arrivare in ufficio con la sgocciolatura di sughetto sulle scarpe;
  • facile da mangiare (devo poter pranzare alla scrivania senza bisogno di un’apparecchiatura alla francese)
  • buono anche a temperatura ambiente.
Per quanto mi riguarda, la chiave è il piatto unico e asciutto: torte rustiche, paste fredde, polpette di qualsiasi cosa...

Prima di condividere la nostra prima ricetta, però, ho fatto la mia solita ricerchina online ed ho scoperto dei siti interessantissimi e molto popolari che si dedicano proprio a collezionare spunti per il pranzo fuori casa.
Il primo è cheschiscia.com un social network in cui gli utenti si scambiano consigli e ricette per il pranzo in ufficio, il secondo è Schisciando, un tumblr di sfizi prét-à-porter!


Ma veniamo alla nostra ricetta: lo strudel di broccoli

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia pronta
  • 1/2 kg di broccoli
  • olio, aglio e peperoncino a piacere

Procedimento:

Ho sbollentato le cimette dei broccoli lavate per una decina di minuti in acqua salata e una volta scolati li ho ripassati due minuti in una padella in cui ho fatto rosolare uno spicchio d'aglio.
Ho lasciato freddare i boccoli e nel frattempo ho scongelato la sfoglia pronta che avevo trovato in offerta a 1 euro e di cui avevo fatto scorta nel congelatore e ho acceso il forno a 200°C per farlo scaldare.
Ho quindi steso la sfoglia nello stampo da plumcake foderato di carta forno (ma evidentemente qualsiasi altro stampo andrà bene), ci ho versato all'interno i broccoli ormai freddi e ho chiuso la sfoglia sigillandone i bordi.
Prima di infornare ho inciso la superficie della sfoglia in modo da far uscire il vapore che si forma in cottura. Ho quindi infornato per 20 minuti... et voilà! Il pranzo è servito :)


E voi, cosa mangiate in ufficio? Inviateci le vostre ricette e le linkeremo in fondo al post del mese. Potete anche condividere le foto del vostro pranzo via twitter e instagram usando l'hashtag #iomiportoilpranzodacasa.

18 commenti:

  1. Strudel e torte salate mi piacciono sempre!

    RispondiElimina
  2. Che bella idea! ti ho scoperta con share your link di laura, mi fermerò un po' da voi.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Benvenute, è un piacere!
    Se vi piace l’idea, contribuite anche voi con i vostri pranzi :)

    RispondiElimina
  4. Bella idea! Tra l'altro fantastici i siti che avete segnalato :)
    Ho appena appena messo una "non ricetta" di pranzo da casa sul mio blog, vi lascio il link nel caso potesse interessare!
    http://engineerskitchen.blogspot.it/2014/01/pranzi-universitari-quinoa-feta-e.html
    (e intanto questo strudel lo replico sicuramente al più presto, adoro i broccoli)
    A presto :)

    Martina

    RispondiElimina
  5. Grazie, Martina :) E che sfiziose anche le tue di ricette!
    Ti ricordo che per seguire i nostri pranzetti tutti i giorni trovi gli aggiornamenti quotidiani seguendo l'hashtag #iomiportoilpranzodacasa su twitter e facebook. Sul blog condivideremo solo una ricetta al mese, magari quella che durante il mese trascorso vi ha più incuriosito.
    Benvenuta!

    RispondiElimina
  6. La ricetta è proprio gustosa.
    Interessante anche l'idea di portarsi il pranzo da casa.
    Io ho la mensa ma non ci vado mai perché ho un po' da camminare, sono pigra e si mangia da cani.
    Ed allora salto.
    Lo so che non è corretto ma ormai mi sono abituata.
    Però chissà che non riusciate a convertirmi ...
    Grazie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, non si fa! Se io saltassi il pranzo per le quattro del pomeriggio mi si scatenerebbe un mal di testa epocale!
      Come hai letto l'appuntamento è una volta al mese, continua a seguirci e hai visto mai che non ci provi anche tu... :)
      Intanto benvenuta!

      Elimina
  7. Ahaha io personalmente non riesco a cucinare gran pranzi da portare al lavoro perché già è tanto se riesco a preparare la cena per me, mio marito e la bambina ma mi organizzo così (anche perché voglio restare leggera):
    - porto sempre un contorno di insalata, pomodoro, finocchi ecc o verdure lesse abbinate a fiocchi di latte o bresaola o tonno, uovo
    - per fortuna abbiamo lo scalda vivande quindi posso portare anche della pasta da scaldare (fredda non mi piace) o un secondo rimasto della cena;-)
    - un panino leggero
    - frutta
    Ma prenderò spunto dalle vostre ricette lo stesso;-) magari se le faccio x cena mi resta qualcosa per il pranzo di domani. Ah, anche mio marito fa esattamente come me, siamo abbastanza organizzati.
    Al massimo non porto nulla da casa una volta a settimana, e in quel caso prendo qualcosa in uno dei tanti bar accanto all'ufficio... Ma sto decisamente meglio da quando porto il mio cibo da casa.
    Vivy
    Chevitafarelamamma.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche nel mio caso punto spesso a fare un po' di più per cena in modo da far avanzare qualcosa per pranzo :P
      Lo scaldavivande però può fare davvero la differenza!
      Se ti va condividi con noi le tue schiscette via instragram o twitter usando l'hashtag #iomiportoilpranzodacasa.
      E grazie della visita :)

      Elimina
  8. Buongiorno, complimenti per l'idea molto carina.
    Sono una grande fan del "pranzo portato da casa" e non mi limito alle sole insalate, panini e piatti freddi. La mia è una cucina rivolta a chi segue una dieta ipocalorica e a tutti quelli che vogliono mantenersi in forma ... e qui portarsi il cestino è l'ideale! Vi invio l'ultima idea che ho postato sul mio blog. Ne seguiranno molte altre.
    A presto. Lorena
    http://www.passionelight.it/2014/06/spaghetti-di-riso-con-tacchino-uovo.html

    RispondiElimina
  9. Ciao, che bella idea! Interessante, originale e così utile e concreta!!!
    Mentre vi faccio i complimenti per il vostro blog, vi metto il link della mia ricetta: http://profumodibroccoli.blogspot.it/2014/06/polpettine-di-quinoa.html

    Buona giornata e buon pranzo in ufficio!!!
    Ciao,
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della segnalazione Tiziana, non so come avesse fatto a sfuggirmi la tua ricetta! La quinoa è una di quelle cose che ho sempre pensato di provare e sulle quali non mi sono ancora lanciata... Queste polpettine però mi stuzzicano proprio e poi sono il formato ideale per il pranzo in ufficio! Se le provo ti dico :)

      Elimina
  10. Ciao, trovo davvero interessante e originale la vostra idea. Nel frattempo vi lascio il link della mia ricetta da lunchbox:
    http://blog.giallozafferano.it/lacucinadimarta/farfalle-alle-zucchine/

    Buona giornata, a presto!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh chi non si è mai portato pasta e zucchine per pranzo, alzi la mano! :P
      Grazie mille per il tuo suggerimento, ho visto dal tuo profilo instagram che di cose interessanti per il pranzo in ufficio ne proponi... E che belle foto!
      Se ti va, condividile sui social con l'hashtag #iomiportoilpranzodacasa, in modo da non farci perdere nemmeno una delle tue prelibatezze!

      Elimina
  11. Ciaooooo! Sono una grandissima fan del pranzo portato da casa, odio le mense ed è un'ottimo modo per sfruttare la propria fantasia :)
    Volevo mandare la mia ricetta ma non so dove inviarla e ve la lascio qui :)
    http://sottouncielodivaniglia.blogspot.it/2014/09/chapati-wrap-con-hummus-e-verdure.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica! Il pane da cuocere in padella (piadine, tortillas and co) per me sono un must quando sono a corto di "pane vero". Il tuo wrap sembra proprio appetitoso...
      Assolutamente da provare!

      Elimina
  12. Ciao. Può interessare il nostro contest? ;-)
    http://www.golosometro.it/foodblogger-contest/

    RispondiElimina
  13. Beh, io mi merito un posto ad honorem!!! Scherzi a parte, noi una specie di cucina l'abbiamo ma col microonde e senza fuochi. Oggi non ho il pranzo da casa ma mi scaldo una zuppa confezionata. Vale lo stesso? Un abbraccio e buon pranzo!!!

    RispondiElimina